Archivi categoria: Uncategorized

Behind the Scenes of an Exhibition: Hard Decisions! — John Rylands Library Special Collections Blog

This week we met with our colleague Elaine Sheldon from the Conservation Team to discuss display proposals and concerns about some of the objects we are hoping to show in our Life of Objects Exhibition. One of our hardest decisions is trying to narrow down our choice of material so that they will fit into […]

via Behind the Scenes of an Exhibition: Hard Decisions! — John Rylands Library Special Collections Blog

Annunci

Il giornale dei gatti

13063207_1016105491776860_699610442309773981_o

Il giornale dei gatti

I gatti hanno un giornale
con tutte le novità
e sull’ultima pagina
la “Piccola pubblicità”.

“Cercasi casa comoda
con poltrone fuori moda:
non si accettano bambini
perché tirano la coda.”

“Cerco vecchia signora
a scopo compagnia.
Precisare referenze
e conto in macelleria.”

“Premiato cacciatore
cerca impiego in granaio.”
“Vegetariano, scapolo,
cerca ricco lattaio.”

I gatti senza casa
la domenica dopopranzo
leggono questi avvisi
più belli di un romanzo:

per un’oretta o due
sognano ad occhi aperti,
poi vanno a prepararsi
ai notturni concerti.

Gianni Rodari da Filastrocche in cielo e in terra, Einaudi 1997

gatto-legge-giornale-290x290

Witches chant

11012033_880084138712330_7056111869651257474_n

Scale of dragon, tooth of wolf,
Witch’s mummy, maw and gulf
Of the ravin’d salt-sea shark,
Root of hemlock digg’d in the dark,
Liver of blaspheming Jew;
Gall of goat; and slips of yew

Sliver’d in the moon’s eclipse;
Nose of Turk, and Tartar’s lips;
Finger of birth-strangled babe
Ditch-deliver’d by a drab,-
Make the gruel thick and slab:
Add thereto a tiger’s chaudron,
For ingredients of our cauldron.

William Shakespeare (extract from Witches’ chant, Macbeth)

 

Filetto d’un acquatico pitone,

bolli e lessati dentro il calderone;

dito di rana, occhio di lucertola,

lingua di cane, vellame di nottola,

forca di vipera, aculeo d’orbetto,

piè di ramarro, scella di guffetto,

bollite nell’infuso più infernale

a distillare un filtro micidiale.

 

Waiting for the Spring

12043032_908610365859707_8211070723810276401_n

Filastrocca di primavera
più lungo è il giorno, più dolce la sera.
Domani forse tra l’erbetta
spunterà la prima violetta.
O prima viola fresca e nuova
beato il primo che ti trova,
il tuo profumo gli dirà,
la primavera è giunta, è qua.
Gli altri signori non lo sanno
e ancora in inverno si crederanno:
magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.

G.RODARI

Spring day nursery rhyme

Longer the day, sweeter the evening.

Maybe tomorrow the first violet will come among the grass.

O first viola fresh and new

blessed the first who finds you,

your scent will tell them,

the spring has come, it’s here.

The others don’t realize it

and they’ll believe they’re still in the winter

maybe they’re important people,

but their calendar goes late.

 

 

Catpuccino, fusa e coccole. Una pausa da Crazy Cat Cafè, a Milano

Romeo & Julienne

CRAZY CAT CAFE Romeo e Julienne Credits: @crazycatcafe on Instagram

Scommetto che lo avete già indovinato. Noi di Romeo&Julienne abbiamo un’altra passione in comune, oltre alla cucina e ai libri: i gatti!

Ecco perché, quando ho letto che a Milano avrebbe aperto un Cat Café – il terzo caffè coi gatti in Italia, dopo quelli di Torino e Roma – ho subito approfittato di un appuntamento con un’amica in zona Stazione Centrale per andare a prendere un caffè, insieme a lei e alla mia piccola Adele (che è già amica dei felini, visto che divide la culla con un “gattino” di 7kg).

Crazy Cat Cafèha aperto lo scorso novembre, ma l’idea nasce da un viaggio in Giappone di Marco e Alba, i proprietari, oltre un anno fa. Una folgorazione così forte, dopo aver visitato un Neko Bar di Osaka, da convincerli a cambiare vita: nessuna esperienza nel mondo della ristorazione, per loro, ma un grande…

View original post 346 altre parole

My Favourite Tool: Claudia Benvestito’s Stitch Ripper

marvellous point of not being the thread’s fault 🙂

The Book & Paper Gathering

My Favourite Tool: Claudia Benvestito’s Stitch Ripper

ClaudiaMFT
I don’t like to take books apart. I love sewing, endbands and threads, and so whenever I feel it’s possible I attempt to fix the sewing of a book. When it appears to be loose, and it’s necessary to disbind, I take the unconventional approach of aiming to do so without cutting the thread. However, when I have to accept that the thread must be cut, I can’t help but ask myself, ‘Why? It’s not the thread’s fault.’

When I discovered this cute stitch ripper, I quickly fell in love with it. Its sharp blade is absolutely safe, set on the inside of a curve and protected by a sphere.

Looking like a little clown’s red nose, my stitch ripper makes the cut far less painful.

Claudia Benvestito has been a book conservator at the Biblioteca Nazionale Marciana in Venice since 1999. She graduated from the European Course for…

View original post 69 altre parole